La FIVET con l’uso di ovociti donati interessa donne che non dispongono di ovociti propri perché in menopausa. È una procedura comprovata dal punto di vista scientifico, con risultati straordinari che, nei centri specializzati, supera il 50% di successo.

Nel nostro centro, si pratica questa tecnica da più di 20 anni con risultati eccezionali, con massima responsabilità e nel rispetto assoluto di criteri particolarmente severi scientifici ed etici.

In base alla Legislazione Greca vigente dal 2005, le donatrici sono donne greche sane al di sotto dei 35 anni d’età che, nell’ambito dei loro tentativi e con la loro espressa volontà, decidono di condividere gli ovociti soprannumerari (eggsharing = fecondazione eterologa) anonimamente con altre donne.

Le donatrici devono fornire un'anamnesi dettagliata personale e familiare e sono sottoposte ad esami per:

  • Malattie infettive (epatite, AIDS, sifilide, ecc.),
  • Malattie ematologiche (anemia mediterranea, fibrosi cistica),
  • Esistenza di anomalie cromosomiche con cariotipo.

Inoltre, si cerca di abbinare i caratteri esteriori delle due donne coinvolte in questa condivisione.

Per la donna ricevente, gli esami da fare interessano le condizioni dell’utero, per poi procedere con un’adeguata preparazione ormonale al fine di accogliere gli embrioni. I tempi di attesa per trovare gli ovociti necessari oscillano da 1 a 3 mesi.

Per ulteriori informazioni, si prega di contattarci, compilando l’apposito modulo.