Solitamente, si utilizza la crioconservazione di sperma per i seguenti motivi:

  • Fattore maschile di infertilità a causa di oligospermia
  • Casi di difficoltà nella produzione di sperma per assenza fisica o per motivi psicologici nel giorno del prelievo di ovociti,
  • Conservazione dello sperma in seguito a biopsia dei testicoli (TESE = Testicular Sperm Extraction).
  • Mantenimento della fertilità in uomini che devono essere sottoposti a chemioterapia.

In questi casi, per la crioconservazione del campione si utilizzano sostanze specifiche di crioprotezione (agenti crioprotettivi) al fine, appunto, di proteggere gli spermatozoi durante la procedura. Il campione crioconservato può essere conservato ed utilizzato per tentativi futuri di fecondazione medicalmente assistita, senza alcun limite di tempo.