• IL RUOLO DELLA CONSULENZA NELLA FECONDAZIONE ASSISTITA

Il fattore psicologico nella procedura di procreazione è particolarmente rilevante sia al sorgere del desiderio di avere un bambino che durante il processo per averlo. Gli sviluppi positivi nel settore della riproduzione assistita, offrono la possibilità a tante coppie che affrontano problemi di infertilità, di avere un figlio, realizzando un importante sogno di vita. Tuttavia, la diagnosi di infertilità suscita sentimenti spiacevoli come delusione, tristezza, rabbia, sensi di colpa. Volere un figlio ed avere difficoltà a metterlo al mondo è qualcosa di doloroso che può infuire sulla psicologia del soggetto in vari aspetti della sua vita.

In questa difficile esperienza, il supporto psicologico da parte di un esperto può dimostrarsi prezioso perché offre alla paziente ed alla coppia uno spazio di elaborazione di sentimenti e pensieri che si affrontano difficilmente a livello personale e di coppia. Quindi, eventuali sentimenti di delusione provocati dalla diagnosi di infertilità, di rabbia per il compagno che ne soffre, di vergogna e pressione in relazione alla famiglia ed il contesto sociale che “attendono” dalla coppia la creazione della famiglia, possono essere oggetto della consulenza ed aiutare la coppia ad incentrarsi sui propri sentimenti, i propri desideri ed il loro rapporto.

Embryogenesis, riconoscendo il rilevante ruolo della psicologia negli sforzi della coppia ad avere un bambino, fornisce servizi di consulenza e di assistenza psicologica con psicologi esperti in tutte le fasi del loro tentativo, dal primo appuntamento e fino a tutta la gravidanza. Tutti i servizi di assistenza psicologica e consulenza sono forniti presso la sede del centro, con la massima riservatezza e sicurezza, senza alcun ulteriore addebito per i nostri pazienti ed i loro compagni.

  • SEDUTE INDIVIDUALI E DI COPPIA

Le sedute individuali e di coppia hanno come obiettivo quello di «guidare» la coppia psicologicamente nel suo percorso verso la procreazione attraverso la fecondazione medicalmente assistita. Questa “guida” non è uguale per tutti, ma dipende dalle esigenze particolari e dalle condizioni di ogni paziente e di ogni coppia. Ad esempio, una coppia vuole condividere con lo psicologo la propria ansia inerente la procedura di FIVET per tranquillizzarsi durante le varie fasi mediche cui sarà sottoposta ed i medicinali da prendere, mentre un’altra coppia potrebbe voler elaborare dal punto di vista cerebrale ed affettivo come avere un figlio con donazione di sperma e quali sono le conseguenze di questa decisione per il loro figlio futuro. Lo psicologo è lì presente per ascoltare ed aiutare la paziente e la coppia a comprendere ed elaborare i sentimenti che accompagnano il loro tentativo, che molto frequentemente suscita sentimenti di angoscia, tristezza, delusione e tensioni tra la coppia. Discutendo questi argomenti, si può affrontarli con maggiore calma e riuscire a gestire meglio lo stress che di solito accompagna l'infertilità ed i tentativi di mettere al mondo un figlio.

Le sedute possono cominciare anche prima di ogni ciclo di FIVET o anche in qualunque altra fase e durare il tempo necessario per la paziente e la coppia.

  • GRUPPI DI SOSTEGNO DI PAZIENTI E LORO COMPAGNI

I gruppi di assistenza psicologica delle pazienti che si rivolgono alla fecondazione assistita e dei loro compagni, costituiscono uno spazio per la discussione a livello collettivo, di quegli argomenti correlati all’infertilità ed al suo trattamento. Il gruppo si incontra una volta al mese per un’ora e mezza circa, discutendo sulle problematiche poste dai partecipanti, senza che sia, tuttavia, obbligatorio prendere la parola, se non si desidera. La psicologa, esperta in problematiche legate alla riproduzione assistita, coordina la discussione dei partecipanti al gruppo, aiutando alla comprensione delle esperienze che si vivono in questo percorso e contribuendo, in questo modo, a far accettare i suoi aspetti più difficili. I compagni di queste donne sono sempre ben accolti in questi gruppi, ma una donna può parteciparvi anche da sola. All’interno del gruppo, del resto, ci si sente parte di una comunità di persone che comprendono, condividono gli stessi sentimenti e possono sostenersi a vicenda.

CONSULENZA PER FECONDAZIONE ETEROLOGA (CON DONAZIONE DI OVOCITI/ EMBRIONI, CON SPERMA DI DONATORE E CON MATERNITA' SURROGATA)

Nei casi in cui la coppia o anche la paziente decidano di optare per la fecondazione eterologa con ovuli/ embrioni donati o sperma di donatore o anche di ricorrere alla maternità surrogata, l’esigenza di consulenza e sostegno psicologico è maggiore. E ciò perché l’uso di materiale genetico eterologo e/o la gravidanza da parte di un’altra donna, fa sorgere sentimenti intensi, spesso conflittuali tra loro. La consulenza, in questi casi, intende aiutare il compagno, che non è in grado di contribuire alla nascita di un figlio con suo proprio materiale genetico, ad accettare il fatto di non poter essere il genitore biologico del bambino messo al mondo e nel contempo, ad “abbracciare” il suo ruolo di genitore anche in assenza della dimensione biologica della maternità o paternità. Nei casi in cui si ricorre ad embrioni donati, l’elaborazione psicologica si rivolge ad entrambi i membri della coppia, dal momento che sono chiamati a «far proprio» il bambino che nascerà ed a riconoscerlo psicologicamente come loro figlio. Inoltre, nel caso di maternità surrogata, che potrebbe provocare nella donna sentimenti di invidia, dipendenza ed inferiorità nei confronti della donna che porta avanti la gravidanza al suo posto (madre surrogata), ma anche sensi di colpa, come se prendesse «il figlio di un’altra donna», la consulenza contribuisce ad aiutare la futura madre ad esprimere liberamente questi sentimenti che sono assolutamente giustificati, ad avere un buon rapporto con la madre surrogata ed a prepararsi psicologicamente per la nascita di suo figlio.

Comunicazione

Per fissare un appuntamento con le psicologhe del Centro o per partecipare alle sedute di gruppo, rivolgersi alla segreteria oppure inviare una email all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .